Natale 2020, come influirà la Pandemia sulle abitudini di acquisto?
Martina Campanella 06/11/2020 Approfondimenti

Tempo di lettura: 4 minuti

Natale 2020, come influirà la Pandemia sulle abitudini di acquisto?

Vetrine illuminati, negozi super affollati e corsa ai regali dell’ultimo minuto. Se ci chiedessero di pensare al Natale, probabilmente sarebbero queste le prime scene che si profilerebbero nella nostra mente. Eppure, purtroppo, anche in questo caso, saremo costretti a cambiare le nostre abitudini. In particolare, le nostre abitudini di acquisto.

Come noi, anche i negozianti dovranno adattarsi a un nuovo modo di approcciare allo shopping. Un modo che dovrà tenere conto di un concetto ormai a noi tristemente familiare: la distanza.

Ma come diceva un omino ben familiare alla nostra memoria:

«Non è la più intelligente delle specie quella che sopravvive; non è nemmeno la più fortela specie che sopravvive è quella che è in grado di adattarsi e di adeguarsi meglio ai cambiamenti dell'ambiente in cui si trova

Noi abbiamo dimostrato di saperlo fare alla grande. E sapremo farlo anche questa volta.

DPCM permettendo, vediamo, allora, come gli italiani affronteranno lo shopping natalizio durante l’emergenza Covid.

Abitudini di acquisto nel Natale della Pandemia

Su un campione di consumatori intervistati per effettuare un’indagine di mercato, ben la metà di questi ha lanciato un messaggio chiaro: la pandemia avrà ripercussioni sul modo di fare acquisti per le festività. Come?

Questi sono i dati dello scorso anno:

  • l'89% di chi ha fatto acquisti natalizi ha utilizzato tre o più canali;
  • Il 62% ha comprato online. 

Quest'anno il trend degli acquisti online vedrà delinearsi una curva in crescita esponenziale. Non solo i prodotti, ma anche le idee regalo si cercheranno su Internet e non più tra gli scaffali dei nostri negozi del cuore.

Il ruolo dei retailer

In questo panorama innovativo, in cui continuano a mutare le abitudini di acquisto, i retailer devono reinventarsi e progettare nuove strategie di vendita.

D'altronde, gli stili di vita e i loro mutamenti orientano le strategie di comunicazione (vedi articolo).

Capire come, dove e quando i clienti preferiscono effettuare acquisti è fondamentale per poter definire una strategia vincente.

Come fare?

Puntare tutto sul web e sui social network. È questa la prima regola che i commercianti dovranno seguire. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Essere presenti online e sui canali social;
  • Ottimizzare i propri siti web (leggi il nostro articolo su SEO e ottimizzazione di un sito web);
  • Garantire ai clienti una navigazione sul proprio sito veloce e intuitiva;
  • Curare i profili social;
  • Adattare la comunicazione a ognuno dei canali social;
  • Puntare sull’ e-commerce.

L’esperienza pre-acquisto del consumatore

Anche prima di procedere all’acquisto in negozio, i consumatori sono soliti effettuare delle ricerche online.

Ciò avveniva già prima della Pandemia. Oggi, che la disponibilità dei prodotti reperibili localmente non sempre è garantita, la ricerca online è quasi d’obbligo per un consumatore.

Oltre il 54% degli acquirenti italiani ha dichiarato di pianificare gli acquisti e di verificare online la disponibilità di un articolo prima di andare a comprarlo.

A crescere sono state, in particolare, le ricerche "disponibile nelle vicinanze".

Sai di quanto? Di oltre il 100% rispetto allo scorso anno! 

Un dato sbalorditivo, che sottolinea quanto le abitudini di acquisto degli italiani siano mutate nel contesto post pandemico. Per questo cresce l'importanza, per i negozianti, di fornire informazioni precise sull'inventario.

Assicurarsi che le informazioni della propria attività siano sempre aggiornate e facilmente accessibili è importantissimo. Ciò è reso possibile anche dagli annunci Google sui prodotti disponibili localmente

Comprendere l'intenzione di acquisto locale sarà di fondamentale importanza. Ben il 57% degli acquirenti italiani ha dichiarato, infatti, di preferire, per effettuare i propri acquisti, i piccoli negozi locali.

Acquisti sicuri

La nevrosi da Pandemia si è largamente diffusa tra le persone. Molti sono terrorizzati dall’idea di avere un contatto ravvicinato con altri e, non appena qualcuno invade la cosiddetta “zona comfort”, ci sentiamo, ora, più violati che mai.

La paura del contagio si è saldamente radicata nella nostra testa. E questo, chiaramente, si è ripercosso anche sulle nostre abitudini di acquisto.

Non a caso il 49% dei consumatori ha dichiarato che per lo shopping natalizio opterà per quei negozi che offrono la possibilità di acquisto senza contatto

Inoltre, il 38% ha affermato che utilizzerà le opzioni di acquisto online e di ritiro in negozio o all'esterno.

La maggioranza degli italiani - circa il 70% - ha intenzione di programmare le compere in anticipo per evitare gli affollamenti. 

Prospettive future

I dati che abbiamo elencato ci mostrano quanto la pandemia abbia influito sulle abitudini di acquisto degli italiani, così come dei cittadini di ogni parte del globo.

L’approccio al mondo esterno è sempre più proiettato verso l’online e il digitale.

Dal lato loro, i retailer dovranno progettare strategie digitali utili a raggiungere i clienti. Fortunatamente, le tecnologie moderne possono permetterci di sapere dove e quando un individuo preferisce effettuare acquisti. In questo modo è possibile, per i venditori, trovare le giuste strategie per raggiungere la propria clientela in maniera efficacie.

In che modo? Beh, per saperlo dovresti rivolgerti a una buona agenzia di comunicazione!

Se hai trovato interessante questo articolo continua a seguire il nostro blog e non perderti le nostre pillole.

E ricorda che Stratego, la tua agenzia di comunicazione a Latina, è su Facebook. Non dimenticare di seguirci!

Parlaci del tuo progetto.

Contattaci